venerdì 9 dicembre 2011

Dicono di Nix (19)

Il "dicono di Nix" di oggi (che proviene sempre da una lettrice della catena di Anobii) è una dichiarazione d'amore puro nei confronti del mio romanzo, nei confronti della quale non posso che essere grata e sorpresa:

Chapeau

Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap,
Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap,
Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap,
Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap.

Chi è questa Elisabetta Ossimoro che scrive come una poetessa di 60 anni a soli 20? Chi è costei che parla di filosofia, storia, arte e letteratura come se fosse il suo pane quotidiano?
Chi è mai questa Scrittrice che usa la lingua italiana come un bisturi letterario?
Padronanza di linguaggio, profondità di pensiero, intensità di emozioni, capacità introspettive in soli 138 pagine, che mi fanno impallidire e vergognare per il mio povero e miserrimo lessico.
Un libro semplicemente PERFETTO.
Solamente perfetto si può definire per come è scritto, narrato e presentato, ed io ho trovato perfetto anche quel finale di cui qualcuno sembra essersi lamentato e non mi sarei aspettata di meno da una che scrive in un modo così opulento ma mai ostentato, altrimenti sarebbe stata una degna collega di Ferdinando Loccia!
Che qualche casa editrice di quelle in auge la adotti immediatamente.
Paurosamente brava. 5/5 stelline anobiane

(R, 36 anni)

2 commenti:

Bianca Rita Cataldi ha detto...

Cara R, condivido pienamente :D

Ossimoro ha detto...

Ah,che bello :-)
Pensa che l'autrice di questa recensione mi ha fatto pubblicità, consigliando la catena di lettura di Anobii a ben 7 persone, che si sono iscritte. Sono un oceano di riconoscenza *__*