martedì 20 dicembre 2011

Nix disponibile in Ebook a 3 euro!

Carissimi, giorno di gaudio! Nix entra oggi nell'era digitale in veste Ebook!
Da oggi, con un semplice clic, è possibile acquistare Nix in Ebook alla super modica cifra di 3 euro, sul sito di Sangel!
Per portare Nix sempre con voi, nel vostro lettore di Ebook, nel vostro i-pod Touch, nel vostro Kindle, nel vostro i-Pad o semplicemente per averlo sul computer.
Una bella sorpresa per festeggiare il Natale con tutti i meravigliosi lettori che mi hanno fatto dono del loro parere, del loro affetto e della loro attenzione!
Cliccate qui sotto sul bannerino!

venerdì 9 dicembre 2011

Dicono di Nix (19)

Il "dicono di Nix" di oggi (che proviene sempre da una lettrice della catena di Anobii) è una dichiarazione d'amore puro nei confronti del mio romanzo, nei confronti della quale non posso che essere grata e sorpresa:

Chapeau

Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap,
Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap,
Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap,
Clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap, clap,clap, clap, clap.

Chi è questa Elisabetta Ossimoro che scrive come una poetessa di 60 anni a soli 20? Chi è costei che parla di filosofia, storia, arte e letteratura come se fosse il suo pane quotidiano?
Chi è mai questa Scrittrice che usa la lingua italiana come un bisturi letterario?
Padronanza di linguaggio, profondità di pensiero, intensità di emozioni, capacità introspettive in soli 138 pagine, che mi fanno impallidire e vergognare per il mio povero e miserrimo lessico.
Un libro semplicemente PERFETTO.
Solamente perfetto si può definire per come è scritto, narrato e presentato, ed io ho trovato perfetto anche quel finale di cui qualcuno sembra essersi lamentato e non mi sarei aspettata di meno da una che scrive in un modo così opulento ma mai ostentato, altrimenti sarebbe stata una degna collega di Ferdinando Loccia!
Che qualche casa editrice di quelle in auge la adotti immediatamente.
Paurosamente brava. 5/5 stelline anobiane

(R, 36 anni)

martedì 6 dicembre 2011

Dicono di Nix (18)

Ecco a voi oggi il parere nixico che ancora non avete sentito: quello di un amico che è un critico della ricezione (!) che ha messo in evidenza i livelli narrativi e metanarrativi del romanzo, con un occhio di riguardo al dialogo tra l'intenzione autoriale e la ricezione. Ecco a voi:

Nix, primo libro pubblicato della talentuosa Elisabetta Ossimoro, ha tutti i pregi e i difetti di un libro scritto alla fine dell'adolescenza, in un momento in cui ancora ci si ricorda di che cosa voglia dire essere adolescenti, e non in cui si cerca di ricostruire a tentoni brandelli di memoria che stanno a metà tra età adulta e passato. la linearità della vita di un anno di scuola ci viene restituita attraverso la linearità di una serie di topoi (sembrerebbe una semplice successione di eventi, ma che cos'è in fondo la scuola se non una linearità di eventi che si susseguono ogni anno uguali?). Centrale la polarità tra il conoscere se stessi e l'essere conosciuti dagli altri. Meraviglioso il momento in cui Giulia sta quasi per vedere davvero, senza idealizzazioni, senza saperlo, Nix (nichilista, ma poi mica tanto). Ed essere visti per quello che si è fa paura. Giulia, stereotipo dei bimbi-minchia a volte colti da attimi di illuminazione, è un notevole esempio di inconsapevolezza terrificante. Come dice Franco Moretti, la stupidità può essere crudele, e, aggiungo io, rivelatrice, senza smettere di essere stupida.
Forse di harrypotteriana memoria è il trio di amici, in versione vagamente più perturbante e perturbata, dato il cenno ad un amore omosessuale non corrisposto, e per questo portatore di sofferenza nell'accettazione della propria sessualità. Ermanno, il più radical-chic intellettuale dei tre, personaggio che ci sarebbe piaciuto indagato di più.
Ma il protagonista è Nix, specchio o ritratto dell'autrice; qui forse Ossimoro compie un passo falso nella caratterizzazione: chi è allora Nix? personaggio autonomo o funzione per far trasparire i gusti letterari, che vanno da McEwan a Maugham, dell'autrice? forse c'è piena sovrapponibilità, ma è un dato da tenere in considerazione.
altro elemento che mi ha fatto riflettere sono i livelli della narrazione: il libro è costellato da una fantastica ironia che compensa la linearità dell'intreccio. Nix ha sempre una buona parola per tutti. L'intertestualità parodica verso molta della letteratura di consumo prodotta nel nostro Paese diviene spunto per alcuni cenni di polemica programmatico-letteraria: "ma perché questo nella realtà non succede?". il dubbio risiede però nella provenienza dell'ironia: quella di Nix è indubbia, ma ci sono punti in cui c'è una voce - che non sappiamo a chi appartenga - che fa ironia anche sull'ironia di Nix. E questa sovrapposizione è indubbiamente molto produttiva per far sì che il lettore continui ad aver voglia di girare la pagina fino ad un finale di cui non parlo, ma posso definire per lo meno ambiguo e imprevedibile.
In conclusione, un bel libro che, pur senza la pretesa di essere un capolavoro, ci mostra degli adolescenti insicuri, sulla soglia di un cambiamento nelle loro vite, ma senza essere mostri o carnefici. Nix mette bene a nudo delle notevoli capacità autoriali. voglio però vedere l'autrice di fronte ad una complicazione della trama, e, soprattutto, davanti ad una reinvenzione più radicale del linguaggio letterario.

(A.V., 24 anni)

lunedì 5 dicembre 2011

Dicono di Nix (17)

E' davvero una soddisfazione grandissima riuscire a veicolare emozioni tramite i propri scritti e ancora più bello è quando la persona che ne è stata emozionata te lo fa sapere e lo fa con una liricità che ti scuote dentro. Mi è capitato con la mia ultima lettrice della Catena di Anobii. Ecco il suo bellissimo commento:


Tutti abbiamo delle storie da raccontare e dei pezzetti di vita da rivivere, il dono di saperli trasformare in parole scritte è però fortuna di pochi. Elisabetta Ossimoro ce l’ha, questo dono. Non mi riferisco tanto alla trama accattivante che mi ha portata indietro di diciannove anni e mezzo (se dico venti mi sento troppo … stagionata!), ai mesi prima della mia maturità che era ancora in sessantesimi, per farmi rivivere le risate e le ansie, l’amicizia e la paura, le cotte e le delusioni del 1992. Parlo piuttosto della felice capacità di dare a questa trama una forma scorrevole ma non semplicistica, con una scrittura curata ed espressiva che i piccoli – perdonabili – refusi che sbucano qua e là dalle pagine non inficiano per nulla nella sua piacevolezza. Mi sono saliti alle labbra un sacco di sorrisi, ho rivissuto ricordi che conservo con cura ma spolvero di rado, mi è venuta ogni tanto voglia di piangere, e una volta preso in mano il volumetto non l’ho posato prima di aver letto l’ultima parola. Sì, mi è bastata una sera per finirlo, non perché sia breve … semmai perché quando incontri una stella che ti illumina qualche ora, è bene acchiapparla per la coda e andare con lei fino alla fine. Probabilmente questo libro ha toccato corde in me particolarmente sensibili, e suscitato reminiscenze che mi saranno sempre molto care, quindi l’ho giocoforza apprezzato più di quanto avrei fatto con una storia che mi fosse estranea, ma credo di non sbagliare affermando che il talento narrativo c’è e si sente, e che se adeguatamente coltivato potrà portare frutti ancora più gustosi di questo primo lavoro, che peraltro merita senza esitazione le quattro stelle che di rado riservo agli esordienti. Brava, Elisabetta.

(M., 36 anni)

martedì 29 novembre 2011

Di che genere è Nix? (sondaggio)

Carissimi,
vi sottopongo una domanda che mi punge da quando ho scritto questo romanzo: a che genere appartiene Nix (sempre che appartenga a un genere)?
Negli anni mi è accaduto spesso che le case editrici cui lo proponevo lo rifiutassero perché "non di genere", e viceversa i lettori hanno sempre tentato di apporgli un'etichetta.
Negli anni mi sono sentita dire che Nix è bildungsroman (un romanzo di formazione), che è un esistenzialadolescenziale, che è un young adult, che è un libro "intimista", che ha qualcosa dell'underground, insomma....mi hanno detto di tutto! Quindi la domanda è: Nix è un libro di narrativa italiana o si può circoscrivere la sua esistenza a un genere più preciso?
Che ne pensate! Rispondete numerosi!

domenica 20 novembre 2011

Nix in biblioteca!

Carissimi
hanno finalmente caricato Nix nel sistema bibliotecario! Perciò, tutti i lettori torinesi desiderosi di leggere Nix possono da ora in poi andarlo a prendere in prestito nella biblioteca Civica Centrale di Via della Cittadella 5, Torino!
Guardate che bella la scheda biblioteconomica di Nix su Librinlinea:

Dicono di Nix (16)

Buongiorno carissimi,
oggi vi agevolo il commento a Nix della mia collega scrittrice Chiara Gallese, autrice del bellissimo romanzo di ambientazione giapponese Tokyo Night:

Non sembra un esordio, davvero notevole

Sono rimasta davvero colpita da questo romanzo, seppur breve, perché l'autrice ha una penna molto matura ed esperta nonostante la sua giovane età. Gli unici difetti del libro sono dei risibili refusi di formattazione: tutto il resto è perfetto.
Uno spaccato realistico della fine del liceo, in cui molti si ritroveranno. I personaggi sembrano troppo reali per essere inventati, ognuno con le sue piccole manie.
Per pura coincidenza, il finale rispecchia un episodio reale cui ho assistito nel 2001.
5/5 stelline anobiane

(C.G, 29 anni)

martedì 15 novembre 2011

Dicono di Nix (15)

Buongiorno a tutti!
Oggi vi propongo due nuovi pareri: uno viene dalla catena di lettura anobiana e uno da un amico di famiglia.
Eccole a voi:
Una bella panoramica sull'ultimo anno di liceo e tutto ciò che gli ruota intorno. Bello stile descrittivo e dialoghi mai banali; traspare una conoscenza che spazia in vari ambiti ma che non risulta mai ostentata e anzi rende più stimolante la lettura facendoti apprezzare contenuti e personaggi.
**** stelline anobiane
(S. età ignota)

Leggere il tuo romanzo è stata una sorpresa ed un piacere; sorpresa perché abbiamo scoperto che la ragazzina un po’ timida che abbiamo visto crescere ha rivelato una capacità narrativa insospettabile; piacere perché ho trovato il tuo romanzo veramente bello, i personaggi sono ben tratteggiati, le loro personalità sono approfondite, le citazioni ben inserite nel testo, le ambientazioni, il clima sempre uguale e sempre diverso della gita e dell’esame di maturità sono descritti molto bene e mi hanno riportato alla memoria la mia gita dell’ultimo anno il mio esame di maturità e i miei compagni ed amici. Insomma Nix mi è proprio piaciuto; spero di non dover aspettare troppo per leggere il prossimo.
(G.M. 58 anni)

sabato 12 novembre 2011

Dicono di Nix (14)

Buongiorno carissimi! Oggi vi agevolo il parere della giovanissima scrittrice Bianca Rita Cataldi (autrice di "Il fiume scorre in te"), che mi ha fatto l'onore di leggere Nix; mi sono permessa di "assemblare" la recensione di Anobii e il commentino (molto divertente!) che mi ha mandato via messaggio privato. Che dire, Nix è felice di avere guadagnato un posticino nella libreria di Bianca, anche perché sarebbe stato molto triste di finire in garage! :-D


Letto in due giorni, tutto d'un fiato. Certo, non è esente da difetti (e quale libro d'esordio non lo è?) ma è una lettura piacevolissima e, soprattutto, intelligente. La storia è semplice, narrata con una proprietà di linguaggio davvero rara; i personaggi, poi, sono delineati benissimo: Nico, Ermanno, Ottilia...ho adorato ognuno di loro. Il finale? E' geniale. Insomma, proprio una bella sorpresa.

Quello che volevo dirti è "hai avuto tanto coraggio". Davvero! Hai messo su una storia a "livelli d'interpretazione", come li chiamo io, e non è certo facile. E ti sei guadagnata un posticino nella mia libreria ;) sì, perchè devi sapere che i libri che non meritano finiscono tutti nei cartoni e...giù in garage! Bravissima Eli.

***** stellina anobiane

(B.R.C, 19 anni)

lunedì 24 ottobre 2011

Pirateggiamenti: tolto il sondaggio sul finale

Carissimi,
vi informo che ho tolto il sondaggio su chi ha o no apprezzato il finale di Nix perché mi sono accorta che un paio di giorni fa, nel giro di tre quarti d'ora, sono misteriosamente comparsi 9 voti "no". Cosa molto strana, visto che in un intero mese erano arrivati sì e no 3 voti in tutto, tra positivi e negativi. Questo in concomitanza con la comparsa di uno spammer che, cambiando ogni volta indirizzo IP, continua a lasciare messaggi provocatori nella tag. Quindi, per non inquinare il giudizio dei lettori, vi rimando al post apposito che avevo aperto e vi chiedo, qualora lo vogliate, di votare con un commento al post (magari anche lasciando un commentino testuale, che fa sempre piacere!). Colgo l'occasione per ringraziarvi tutti per le vostre recensioni e di vostri commenti/consigli/critiche. E'sempre tutto bene accetto! Un abbraccio collettivo :=:

domenica 23 ottobre 2011

Dicono di Nix (13)

Ciao ragazzi, vi agevolo due nuovi pareri freschi freschi, giunti dalla catena di lettura di Anobii:
Uno scorcio di vita scolastica. Nix è uno studente molto bello, ma interiormente tormentato dall'esistenza. Ha una ragazza bellissima ma sciocca e superficiale ma è lui stesso a non volere di più come se il di più lo spaventasse.
Nix è assillato da incubi ricorrenti a cui non sa dare una spiegazione.
Una fine inevitabile che ho sperato diversa fino alla fine. Molto bello, molto profondo, scritto divinamente!
**** stelline anobiane
(S. 40 anni)
Libro piacevole, scorrevole e scritto bene ^_^ mi è piaciuto molto ^_^ anche il finale (anche se un po' prevedibile)...
**** stelline anobiane

(F, 32 anni)

mercoledì 19 ottobre 2011

Dicono di Nix (12)

Buongiorno carissimi,
oggi vi agevolo un parere atteso con trepidazione: quello di Marta (grazie!) del blog "Pensieri di inchiostro", 16enne aspirante scrittrice e editor, una paladina del libro armata di una penna sveglia e affilata (io adoro letteralmente le sue recensioni, anche quando sono stroncanti, perché sono uno spasso autentico e sono scritte con grande acume! :-D).

Titolo: Nix
Autore: Elisabetta Ossimoro
Genere: narrativa contemporanea, young
Editore: Sangel
Pagine: 138
Anno di pubblicazione: 2011
ISBN: 9788897040378
Prezzo: € 12,90
Formato: brossura
Valutazione:

Sebbene il riassunto di questo libro dia l’impressione di trovarsi davanti al solito romanzo che parla di adolescenti, primi amori, scuola e amici e difficoltà nel trovare la propria strada – ovvero un argomento su cui si basano innumerevoli libri e film, compresi quelli del mio adorato (?) Mr. Moccia -, il mio consiglio è quello di non lasciarsi ingannare: per quanto non possa vantarmi di essermi divorata una per una tutte le storie di questo genere (ormai si è capito che i libri cloni di altri libri non mi vanno a genio… o no?), sono convinta che Nix abbia qualcosa di particolare, per non dire speciale, che lo distingue dagli altri. A partire dal protagonista, che è uno dei migliori personaggi adolescenti di sesso maschile che mi siano mai capitati.

Cominciamo, appunto, da Nix, ovvero Nicodemo, il cui punto di vista ci racconta la nostra storia: sappiamo che ha 19 anni e che è straordinariamente bello (alto-biondo-occhi neri-fisico atletico), ma non per questo si tratta del classico adolescente superficiale e/o donnaiolo. Anzi, posso ben dire che Nix è tutto il contrario: i suoi pensieri riflettono una maturità e un’intelligenza non comuni, una capacità di vedere il mondo al di là dei luoghi comuni e delle ipocrisie che lo impregnano che ho trovato stupefacente – e che per una volta mi ha messo il cuore in pace ricordandomi che, per fortuna, esiste ancora una percentuale per quanto ridotta di adolescenti di sesso maschile con la testa “a posto”. Mi è piaciuto molto il suo modo critico di esaminare ogni cosa, di commentare l’atteggiamento dei suoi coetanei.
L’unico aspetto che non mi è andato giù di Nix è il fatto che sia così nichilista: penso che sia un peccato che un ragazzo intelligente come lui non abbia ideali o passioni, che non si lasci coinvolgere quasi da nulla, che non riesca a trovare niente per quale valga la pena vivere. Nonostante la sua maturità, inoltre, appare come un giovane inquieto e fragile, come dimostrano i frequenti incubi che ha.
Tutto questo disinteresse per ciò che lo circonda arriverà al culmine nel finale, amaro eppure molto azzeccato.
A parte questo, però, trovo che il nostro Nix sia un personaggio davvero ben fatto. Talmente ben fatto che tuttora mi domando cosa lo spinga a rimanere insieme a quell’oca superficiale di Giulia.

Stessa cosa si può dire anche degli altri personaggi, in particolare di Ottilia e di Ermanno, i due migliori amici di Nix, e di Isabella, la sorella minore. Il fatto che, poi, l’autrice abbia da poco superato a sua volta l’adolescenza ha contribuito a conferire verosimiglianza a essi: spesso i libri che parlano di adolescenti sono stati scritti da persone che si sono lasciati alle spalle la giovinezza ormai da parecchi anni, risultando così molto distaccati; in questo caso, invece, si capisce che Elisabetta Ossimoro conosce l’argomento in modo profondo.

Parlando un po’ della storia generale e dello stile, credo innanzitutto che Nix sia scritto davvero bene: il lessico è ricco, la prosa molto coinvolgente e il fatto che sia lo stesso Nico a narrare la storia rende la lettura appassionante. Tutto sommato, si percepisce a ogni pagina che l’autrice conosce bene l’arte dello scrivere: a parte rare sviste, ho trovato lo stile veramente accurato e ben fatto.
Per chi ci è già passato, è senz’altro un modo piacevole per ricordare i momenti della maturità, e nonostante io sia ancora “piccolina” è riuscito a divertire molto anche me, soprattutto la punizione del povero Piervi, che mi ha fatto morire dal ridere. Toccante anche la scena tra Nix e la professoressa Galbiati.

In definitiva, dunque, anche se nel complesso non è riuscito a lasciarmi interamente soddisfatta, trovo che sia un romanzo d’esordio niente male.

~ ~ ~

“Sono uno sporco qualunquista, lo so, e giuro che invidio questi miei coetanei, che riescono ad avere una fede incrollabile nei loro ideali. Rimpiango di non essere in grado di credere in altro se non in Nicodemo Orsini.”

(M.P. 16 anni)

Visitate il blog di Marta, perché imparerete tante cose su scrittura e dintorni. E le stroncature dei libri fantasy sono divertentissime!

domenica 2 ottobre 2011

Dicono di Nix (11)

Carissimi, oggi vi agevolo il parere "tecnico" di una poetessa che ha letto e recensito Nix a sorpresa:
"Le due del pomeriggio: l'aria è ferma davanti al liceo, la campanella non ha ancora liberato il vociare confuso dei così poco contegnosi studenti che si considerano ogni giorno prigionieri di queste pareti."

Inizia così "Nix" il primo romanzo di Elisabetta Ossimoro, edito dalla Sangel Edizioni.
Il libro racconta le vicissitudini di un gruppo di ragazzi alle prese con la Maturità, tra compiti collettivi e gite scolastiche. Con una scrittura scorrevole ed avvolgente l'autrice ci introduce nel mondo degli studenti, in una quotidianità fatta di amori, delusioni, paure e speranze.
Tutto ruota attorno a Nicodemo Orsini, il protagonista, giovane dalla bellezza disarmante, che appare come uno scrutatore vigile e attento del suo tempo e della società. Con continue riflessioni e critiche, Nico sembra vivere una costante inquietudine, tanto da sembrare un adolescente davvero particolare per le sue reazioni imprevedibili. "Bello, affascinante, riservato", lo definisce l'amica Ottilia.
Molti sono i romanzi ed i film ispirati al mondo adolescenziale, da Federico Moccia con "Tre metri sopra il cielo" e "Amore 14" fino a "Notte prima degli esami" con la regia di Fausto Brizzi. Anche la televisione propone spesso fiction legate al mondo degli adolescenti, "I liceali" ne sono un esempio.
"Nix" si scosta dal filone letterario dei "lucchetti" e si fa narrazione valida senza la creazione dei soliti stereotipi giovanili.
Come il giovane Werther di Goethe, Nico non cerca una vita tranquilla, ma una felicità totale e questo lo rende estremamente fragile. Ha incubi ricorrenti che lo perseguitano ogni notte, vede il bene ed il male nei posti più improbabili.
"Le mie palpebre si abbassano per l' ennesima volta e questa volta sono alla guida di una moto: la scarpata si staglia davanti a me, pare sospesa oltre l'orizzonte, inevitabile come la morte e le tasse."
Nico è un ragazzo alla scoperta della propria interiorità, mai superficiale con se stesso e con chi gli sta accanto. La bellezza e l'esuberanza non limitano la sua voglia di conoscenza e lo conducono al vero significato dell' amicizia, dell'amore e dell'esistenza in tutte le sue forme e sfaccettature.
Elisabetta Ossimoro ha dato prova delle proprie capacità scrittoriali offrendo al romanzo un tocco del tutto personale. Lo stile brillante ed il linguaggio semplice rendono "Nix" un buon lavoro di ricerca ed autenticità espressiva.
(M.Z., 31 anni)

giovedì 29 settembre 2011

Dicono di Nix (10)

Carissimi, oggi vi propongo il secondo parere fresco fresco che ho avuto dal secondo lettore della catena di lettura su Anobii; tengo in modo particolare a questi pareri, perché non sono influenzati da nessuno dei fattori che entrano in gioco quando: 1)sei amico dell'autore, 2)sei parente dell'autore, 3)hai conosciuto l'autore dal vivo l'autore a una presentazione.
Questo libro è molto bello e scritto benissimo! Racconta di un periodo particolare della vita di giovani studenti alla soglia del congedo scolastico e del raggiungimento di una maturità non solo scolastica. Nix, il protagonista, è un giovane che fa ragionamenti lucidi e disincantati. I temi trattati nel libro, anche se alcuni solo sfiorati, sono forti e propri del periodo adolescenziale e, attraverso le parole dei protagonisti, esprimono opinioni chiare, definite. La storia scorre naturalmente, è piacevole da leggere, ricca di un sottile umorismo...peccato per la conclusione!
**** stelle anobiane

(k. 48 anni)

domenica 25 settembre 2011

Vi è piaciuto il finale di Nix?

Carissimi,
le prime due letture della catena di lettura su Anobii mi hanno messo di fronte a un'interessante variabile di cui mi piacerebbe parlare con voi: a entrambi i primi due lettori non è piaciuto il finale. Questo mi ha spinto ad interrogarmi su una delle poche cose di Nix di cui ero quasi graniticamente fiera, anche perché era una delle parti che avevo gestato per prime e ritenevo più coerenti con lo spirito generale del romanzo.
E quindi ora ho messo in alto a sinistra un bel sondaggio secco, cui siete chiamati a rispondere. Ovviamente in questo post potete (anzi, siete invitatissimi a farlo!) mettermi commenti più discorsivi , spiegandomi perché il finale di Nix vi è o non vi è piaciuto.
Ovviamente potete fare degli spoiler, se è indispensabile e consiglio a chi non ha ancora letto Nix di NON proseguire nella lettura dei commenti! Non vedo l'ora di leggervi!

giovedì 22 settembre 2011

Disegnano di Nix: disegni ed elaborazioni grafiche ispirate a Nix (1)

Carissimi, inauguro oggi una nuova rubrica dedicata alle vostre elaborazioni grafiche ispirate a Nix! Lo spunto mi è stato dato da una sequenza grafico-lirico-espressiva realizzata da un amico, appassionato lettore di Nix, che, invece della solita recensione, ha pensato bene di fare QUESTO:
(L.C, 25 anni)

Alcune citazioni e riflessioni presenti in Nix sono state liberamente "frullate" insieme alla maglietta da pallavolo del protagonista e alla canzone che fa da colonna sonora a uno dei miei capitoli preferiti. Grazie all'autore! :-)
E rimango quindi in attesa, non solo delle vostre recensioni, ma di tutto ciò che la vostra fantasia vi suggerisce!

martedì 6 settembre 2011

Ecco a voi la mia nuova intervista su "Il libro eterno" (2)


Carissimi,vi propongo la mia seconda intervista: le domande, molto puntuali, si focalizzano di più sui temi della nascita della passione per la scrittura, della lettura (troverete una breve lista dei miei autori preferiti), dell'ispirazione e dell'editoria.
Ringrazio tantissimo Ivana di Il libro eterno per le splendide domande e per la disponibilità!

Clicca qui sotto per leggere l'intervista:

Dicono di Nix (9)

Ecco a voi il primo parere della catena letteraria che ho aperto su Anobii:
Spaccato di vita adolescenziale, durante l'ultimo anno di liceo, di tre ragazzi: Nicodemo, Ottilia e Ermanno.
Nicodemo (per gli amici Nix) è la voce narrante, il fulcro attorno a cui si muovono le altre pedine (Giulia la sua fidanzata, Piervi il compagno di classe ultracomunista, Isabella l'amata sorellina) che compongono la sua vita.
Un romanzo interessante, scorrevole, dal linguaggio giovanile ma a tratti ricercato e delicato, che affronta (seppur marginalmente) temi importanti come l'omosessualità, l'amicizia, l'osannata cultura del "bello a tutti i costi".
Avrebbe forse meritato 4 stelline piene, se non fosse per il finale, che un pò mi ha deluso.
Complimenti all'autrice e grazie per averlo messo in catena di lettura. ^^

(N., 35 anni)

giovedì 1 settembre 2011

Dicono di Nix (8)

Due pareri nuovi di zecca!

Libro intenso con narrazione scorrevole e leggera, ma non priva di significati profondi. I personaggi sono molto interessanti, anche se un po' sopra le righe, forse volutamente. Il finale sorprende e lascia un certo amaro in bocca. Sicuramente da leggere!


(C.B. 53 anni)

Il libro è molto ben scritto e si legge molto bene, i personaggi sono ben caratterizzati, ma forse per questo mi ha comunicato un profondo senso di tristezza. Penso che sia dovuto al fatto di vedere uno spaccato di gioventù che è molto distante dal mio modello di gioventù. Mi colpisce molto e mi rattrista il nichilismo del protagonista, non c'è nulla che lo appassioni, nulla per cui valga veramente la pena vivere, infatti il finale è molto azzeccato e coerente con il personaggio.


(E.A 53 anni)

mercoledì 31 agosto 2011

NIX vi augura buon rientro dalle vacanze!

Carissimi,
anche Nix è stato al mare, ora è tornato in città ed è pronto a mietere nuove vitti....ehm lettori!
Da domani entreremo ufficialmente nel nuovo anno accademico e colgo l'occasione per augurare a tutti buon rientro; ringrazio i tanti che hanno accordato a questo romanzo la loro fiducia e che in queste vacanze hanno trovato il tempo di leggere Nix, magari sotto l'ombrellone, e di mandare i loro pareri! Ecco una bella foto di Nix in vacanza, mandatami da un lettore affezionato!E soprattutto in bocca al lupo a tutti per i vostri studi, i vostri progetti e i vostri sogni del nuovo anno!

venerdì 19 agosto 2011

Creata la pagina Facebook di Nix


Carissimi, ecco a voi la pagina Facebook di NIX, di cui siete invitatissimi a diventare sostenitori:




venerdì 12 agosto 2011

Dicono di Nix (7)

Oggi vi agevolo un commento fresco fresco, molto intenso e sentito:


Il lessico usato è il più forbito e ricco che abbia mai letto, e lo stile...esprime, nella sua accuratezza, in qualche modo tutte le conoscenze dell'autrice per quanto riguarda l'arte del narrare. L'abilità di scrittrice è ben influenzata dai suoi profondi studi sulla materia, si ved..legge molto bene =D
Per quanto riguarda la trama, ci sono molte cose da dire. Non l'ho trovato affatto scontata come molti di questi generi di libri adolescenziali, genere che non apprezzo particolarmente, ma che in questo libro assume un aspetto molto originale. Si affronta infatti un tema quanto meno poco esplorato, il disagio che consegue questo periodo della vita, incrementato e stimolato questa volta non da tutte quelle problematiche adolescenziali che riguardano il tema della droga o della sessualità giovanile, ma da quel gioco di incertezze, dubbi e oppressioni esistenziali tipiche di questa età che sviluppano un senso di estraneità culturale e sociale che ricadono in un afflizione comune a molti adolescenti: l'inedaguatezza generazionale. Nix è il perfetto e ipocrita connubio di questi due opposti aspetti, da una parte quel dieci per cento di quella generazione spavalda, audace e menefreghista che crede ingenuamente di avere il mondo ai suoi piedi e che si difende sempre ad alta voce contro una generale disapprovazione, predominando su tutto e tutti, sicuri del loro quanto meno precario futuro nascondendosi dietro una marea di parole intriseche di ignoranza e supponenza, e dall'altro una novanta per cento di una generazione di insicuri e impaurite monadi che si nascondo dietro i propri libri, i propri inappropriati interessi e incompresi pensieri e desideri, oppressi dal silenzio della mente che tanto accumana i loro "coetani", osservando il loro futuro come servi di quest'ultimo, ma con gli occhi di un vero sognatore. Da una parte c'è Giulia, e dall'altra la ragazza McEwan, insomma, e nel mezzo c'è proprio Nix. Ho quasi ammirato il suo comportamento, disprezzato dai restanti personaggi, ma che a me sembrava un perfetto risultato della somma di questi due ideali generazionali, come se fosse "matematicamente" una persona corretta. Trovo questo tema a me molto vicino, e i fuorvianti e sprezzanti dialoghi (e pensieri) tra Nix e la ragazza McEwan, il rapporto amicizia tra Ermanno e Nix, il legame che l'unisce con Ottilia, e le serie di vicende scolastiche denunciano apertamente questo sistema creatosi non si sa come. Per quanto breve questo romanzo è intenso di significato. Purtroppo (o per fortuna) non mi è comune il mondo di quella scuola fatta di raccomandazioni e figli di papà che, come si nota, ha influito molto su quello che era la parziale ma amara esperienza scolastica dell'autrice, così come le "esperienze classiche" dell'indirizzo di studi che hanno scelto i protagonisti non mi è comune. La storia di Ottilia e della Galbiati (che trovo analoghe) riflettono inoltre sulla precarietà e asprezza delle relazioni amorose, che, insieme al rapporto di Nix con Giulia, prende spunto da un punto di vista molto originale. In sintensi, un romanzo che mi ha colpito per l'originalità con cui sono stati affrontati temi di largo uso tra gli scrittori di ogni generazione, per l'abile capacità d'intrecciare le storie sotto un'unica luce e di ritrovare quello che in retro copertina chiamasi "precoce disincanto" in ogni aspetto della vita scolastica, dai professori agli studenti, per la scioltezza con cui sono state aspramente criticate alcuni aspetti dell'adolescenza, per lo spessore caratteriale dei protagonisti, che per quanto rappresentino "l'adolescenze ideale" di un circoscritto tipo di adolescenti, li senti incredibilmente vicini, verosimili.
Mi ricorda per molti aspetti un nuovo Giovane Holden, in versione italiana

Ps: Con questo Libro la esordiente scrittrice Elisabetta Ossimoro ha compiuto il primo passo per quello che si prospetta come una grande e fortunata carriera in questo settore, più che meritata...quasi doverosa che si realizzasse ! :)

(F.M. 18 anni)

venerdì 29 luglio 2011

Dicono di Nix (6)

Vi agevolo un piccolo commento trovato per caso su un blog. Son soddisfazioni :-D

E' venuta nella mia scuola (Gioberti, Torino) a tenere un incontro al circolo dei lettori, ci ha parlato del suo libro e la prima cosa che ho fatto quando é terminato l' incontro è stato comprare NIX. L' ho letto tutto d' un fiato, nel pomeriggio. Assolutamente fantastico, originale e secondo me in un certo senso socialmente utile, complimenti! :)


(anonimo giobertino - o anonima giobertina - 15-16enne)

sabato 16 luglio 2011

Dicono di Nix (5)

Facendo su e giù nel tempo, ecco a voi una recensione scritta e inviatami proprio oggi:


Nix dovrebbe essere antipatico, "dovrebbe" perché non è il tipico protagonista-eroe, ma, dato che se il protagonista non mi piace non riesco a terminare un libro, Nix è solo apparentemente antipatico. Per essere precisi, è un personaggio al di fuori del comune: a soli 18 anni ha già una visione disincantata della realtà e di tutta l'ipocrisia che lo circonda; ha un'intelligenza superiore alla media, che lo rende un po' "alieno". Se non sapessi che la scrittrice all'epoca aveva solo vent'anni, direi che Nix è eccessivamente maturo per la sua età. Nessuno degli altri protagonisti comprende così terribilmente bene la società.
I capitoli più divertenti riguardano sicuramente la gita a Barcellona, in particolare la punizione riservata a Piervirgilio fa morir dal ridere. Il capitolo più bello e d'effetto è però quello finale (leggete e capirete il motivo).
Dal punto di vista tecnico, la storia è ben scritta, il testo è scorrevole e si legge piacevolmente.
Se proprio vogliamo trovare un difetto, la casa editrice avrebbe dovuto eliminare gli spazi tra l'apostrofo e la parola seguente, ma questo non inficia la qualità del libro, infinitamente superiore a certi libri sugli adolescenti che hanno venduto molto, ma che valevano poco.

(A.P. 26 anni)

mercoledì 13 luglio 2011

Dicono di Nix (4)

Ritorniamo indietro nel tempo, con una delle recensioni più interessanti (tra le prime che mi furono mandate) fatta da una persona che all'epoca era per me solo un conoscente:


Il romanzo, nella sua scrittura limpida e colloquiale, è di piacevole lettura. Il narratore-protagonista, Nix, è colto dall’autrice nei suoi dubbi interiori e nel suo costante riflettere su se stesso e sul mondo che lo circonda. L’aspetto esteriore di ragazzo bellissimo e bravo a scuola nasconde un io profondo che non si accontenta della superficialità esistenziale tipica della vita di tanti suoi coetanei, ma va alla ricerca di se stesso e di un autentico significato della vita. L’ultimo anno del liceo è lo scenario che accompagna l’evoluzione del personaggio, il quale parla al lettore delle sue grandi amicizie con Ermanno e Ottilia e della relazione amorosa con la bellissima e naïve Giulia. Proprio questa, incarnando l’ideale della spontaneità e della semplicità, rappresenta il contraltare del carattere complesso-complicato-meditabondo e inquieto del nostro eroe, Nix. I numerosi episodi della vita scolastica e sociale del protagonista sono momenti divertenti e scherzosi che la verve ironica della scrittrice riesce a rendere con efficacia. Tuttavia, nonostante l’andamento leggero e scandito in veloci capitoli, il romanzo vuole raggiungere una certa profondità di contenuti esistenziali; i sentimenti di Nix, la sua aspirazione a una vita non banale, i suoi sogni, i suoi incubi automobilistici, fanno di queste novanta pagine certamente un luogo dell’introspezione psicologica. Al centro della storia, la triade dei grandi amici Nix-Ermanno-Ottilia mette in risalto una comune sensibilità intellettuale, un atteggiamento che vibra all’unisono, un affiatamento che li unisce e li accompagna nell’ultimo anno di scuola. Se Ermanno incarna “eleganza, solennità, dolcezza” e Ottilia è “perseveranza, intraprendenza, passione”, Nix agli altri compagni sembra l’esempio vivente del successo e del saper vivere, mentre solo l’enigmatica “ragazza di McEwan” riesce a scrutare la verità oltre la facciata dell’edificio inaccessibile-Nix. Ma in fondo neppure lui stesso si conosce, non riesce a vedersi nè da una prospettiva interna nè da una esterna. L’approdo alla conoscenza di sè sarà in una “sera di un giorno di inizio luglio”, prima dell’ultima prova dell’esame di maturità. I sogni, vera metafora dell’inquietudine del personaggio, percorrono tutto il romanzo, parallelamente all’itinerario che l’eroe adolescente ma già maturo affronta per capire il suo vero, interiormente ricco ego.

(P.G., 25 anni. 22 all'epoca della prima lettura)

domenica 10 luglio 2011

Dicono di Nix (3)

Carissimi, dopo una recensione d'annata, eccone a voi una recentissima, apparsa qualche giorno fa su Anobii:
Sono uno sporco qualunquista e giuro che invidio questi miei coetanei …

L’adolescenza e attorno ad essa la scuola, i primi amori, gli amici ma soprattutto l’impossibilità di delineare chiaramente la strada da intraprendere con la propria vita sono temi trattati da diversi autori in numerosissimi libri (e relativi film … ) ; L’argomento potrebbe quindi risultare fin bistrattato eppure riesce sempre ad attirare l’attenzione di lettori di tutte le età, lettori che in questi testi cercano la comprensione del proprio stato, il sogno di un futuro non troppo lontano o il ricordo di un passato diverso eppur sempre simile …
Il problema di gran parte di questa categoria di libri, soprattutto di quelli facilmente rintracciabili in libreria, rimane in fatto che però spesso vengono scritti da persone per cui l’adolescenza non è che un ricordo lontano e che quindi tendono a idealizzare questo periodo della vita di ognuno di noi e tutto ciò che gravità attorno ad esso. In questo caso invece abbiamo un’autrice che ha voluto raccontare di un periodo poco distante da lei e che quindi è riuscita ad impregnare di freschezza e di verosimiglianza il suo scritto, uno scritto che trova una sua distinzione rispetto ai “simili” anche in altri molti dettagli. Prima tra tutti risulta essere al delineazione dei personaggi, personaggi si sempre schifosamente bellissimi e noiosamente adoratissimi da tutti coloro li circondino, ma intrinsecamente distinti dai loro coetanei (perlomeno in quelli delineati dalla letteratura). In loro infatti troviamo un’incapacità di legarsi alla massa degli adolescenti, un’impossibilità nel aderire ai loro tipici ideali, uno sguardo di freddo sdegno verso le relazioni sociali intrecciate da chi li circonda e persino verso le proprie, una cultura coltivata per vero interesse ma soprattutto una totale noncuranza verso i giudizi degli altri su loro stessi . Da notarsi è come però ognuno di loro non sia assolutamente perfetto ma abbia in se un qualche difetto, generalmente noto ma non affrontabile dallo stesso, difetto che lo umanizza rendendolo più apprezzabile dal lettore.
Un libro che quindi trova la sua forza proprio nella presenza di personaggi dissonanti rispetto alla media, che vive in una trama dai temi pesanti ma trattati con una certa leggerezza e che trova il suo sostegno in uno stile di scrittura piuttosto ricercato ma mai opprimente .
Al mio occhio vi sono anche dei difetti ossia la già citata eccessiva perfezione dell’aspetto fisico dei personaggi (dettaglio che tendenzialmente tendo ad odiare) e il saltuario ricorso a termini eccessivamente ricercati che certamente li distanziano dalla massa ma che tendono anche a rendere meno partecipe il lettore agli eventi narrati ...
A lungo ho riflettuto sul voto da attribuire a questo libro e pur avendo potuto dare 4 stelline ho optato verso le 5 come incoraggiamento per un’autrice molto promettente

Nota personale: che bello veder citati cosi tanti titoli che poi sarebbero riapparsi nel bookclub gestito dalla stessa autrice … :)


(M. R. 29 anni)

venerdì 8 luglio 2011

Dicono di Nix (2)

Vi agevolo una delle prime recensioni di Nix, scritta nel 2008:



Il mondo di Nix è costellato di personaggi unici nella loro personalità, ma assolutamente reali: vivono i sentimenti e le emozioni dell’ adolescenza, età in cui bisogna trovare la propria strada e bisogna “vedersi” come dice Nix.

Il protagonista resta il personaggio più riuscito, nel suo modo di vedere la vita senza necessariamente porsi dei limiti o fissarsi entro certi schemi, Nix vive e basta, senza farsi troppe domande e senza voler sapere per forza le risposte; guarda le vite degli altri, a volte con un’aria di superiorità che può sembrare antipatica, ma comunque senza giudicare e cercando sempre di cogliere qualcosa in più.Accanto a questo mondo esiste quello degli adulti: i parenti tutti sorrisi di circostanza e frasi in ipocretese, i professori che a volte si mostrano nel loro lato umano, i genitori che hanno già deciso la vita che i propri figli vivranno, come per Ermanno o per Piervirgilio, la dimostrazione di come un nome possa diventare l’antitesi della propria esistenza.

Insomma è un romanzo piacevole e divertente, in cui la leggerezza e la freschezza dei personaggi non sfociano nelle banalità dei romanzi per adolescenti, tanto popolari in questo periodo; anche nelle situazioni divertenti può esserci lo spunto per una riflessione, ma sempre e comunque col sorriso sulle labbra.

(E. L. 25 anni, 22 all'epoca della lettura)

mercoledì 6 luglio 2011

La mia prima intervista su Creativity Station e su Due di cuori

Carissimi,
sono lieta di inaugurare oggi una nuova rubrica (e un nuovo banner confezionato per l'occasione a partire da un'altra fantastica foto di Charlie!), dedicata alle interviste cui sono stata sottoposta a proposito di Nix,
Ringrazio davvero Terry78 per le splendide domande che mi ha posto e a cui ho risposto con grande piacere. Ecco il banner:
Questa è l'intervista su DueDiCuori (cliccate):

Questa è la stessa intervista su Creativity Station (cliccate):
Vi consiglio inoltre di farvi un giro sul blog della mia intervistatrice Terry.

lunedì 4 luglio 2011

Nix vi saluta dagli scaffali di Feltrinelli!

Ciao carissimi! La prima edizione di Nix è andata in esaurimento, soprattutto grazie a voi e al vostro assiduo supporto! Lo potete ancora trovare nelle librerie sopra citate, tra cui in piazza Castello (nella prima stanza, in collocazione alfabetica sotto la O, primo scaffale dal basso, contro il muro). Eccovelo qui, che vi saluta dallo scaffale:

Vi ricordo che in Torino potete trovarlo anche nella libreria Shakhty di corso Dante! Buoni acquisti! E vi segnalo che presto uscirà una mia intervista, in cui parlerò di Nix e di scrittura!

domenica 26 giugno 2011

Dicono di Nix (1)

Buongiorno carissimi! Inauguro oggi la rubrica "Dicono di Nix" con uno dei due meravigliosi banner realizzati apposta per me da un mio amico, giovanissimo e creativo fotografo, Francesco detto Charlie, che ringrazio. Andate qui per vedere alcune delle sue interessanti creazioni.


Ecco a voi i primi pareri su Nix che mi sono stati mandati:

Nix è un libro speciale, quando mi sono chiesto a che genere appartenesse non sapevo darmi una risposta, è essenziale e alla portata di tutti ma contemporaneamente poliedrico e pieno di sfaccettature che mettono alla prova anche il lettore più allenato, la mordacità e lo stile brillante danno al lettore quello che non si aspetta e attraverso momenti dolci ed amari lo conduce attraverso la storia che nella sua apparente semplicità cela un mare di emozioni e tutte quelle considerazioni che ogni persona si trova a fare sull’esistenza sua e delle altre persone…. Nix è un libro che andrebbe riletto a ogni età, sul finire del liceo, dell’università, perché ogni volta si può riscontrare un aspetto che la volta prima non si aveva notato…Se dovessi descrivere nix con due parole: irresistibile poliedro!

(E.R. 21 anni, 17 all'epoca della prima lettura)


" Molte delle definizioni lapidarie di Nix sono di un'efficacia travolgente e diventano attributi definitivi " (parenti comandati; propaggine burocratica regolata dal fato; esauste palpebre)
(G.R. 57 anni)

E voi??? Cosa aspettate a mandarmi i vostri pareri??? Dicono di Nix vi aspetta! :-D


mercoledì 22 giugno 2011

Dove trovare e ordinare Nix? Disponibile da Feltrinelli

Buongiorno carissimi!

Vi segnalo che Nix è DISPONIBILE fisicamente (secondo quanto mi ha comunicato un gentilissimo addetto di Feltrinelli che ha fatto la ricerca) nelle seguenti Feltrinelli:

Torino, piazza Castello 19
Alessandria, via Giovanni Migliara 10
Biella, via Italia 36
Milano, Duomo (via Ugo Foscolo 1/3)
Monza, Via Italia, 41

La mia editrice mi ha anche fornito la lista delle librerie in cui Nix è direttamente ordinabile senza sovrapprezzo, eccola a voi:

ACQUAVIVA DELLE FONTI – Libreria Stella via giovanni XXIII 39-41
AGRIGENTO - libreria Magic Book via celauro 9
ALESSANDRIA - La feltrinelli libri e musica via giovanni migliara 10
ALICUDI - Edicola Rusco via Regina Elena

AOSTA -librearia A LA PAGE via maillet 5/a
-Libreria Mondadori Piazza Chanoux 28 B
-Cartolibreria Minerva via del Tilliet Jean Baptiste 34
-libreria Monte Rimius viale Conseille des Comis 28
-Lilbreria Omnibus via Trottechienne 2
AUGUSTA Libreria Mondadori via Principe Umberto 82
AREZZO - libreria EDISON piazza risorgimento 31
-libreria LA DUAT via Guadagnoli 19/d

ASTI LIBRERIA ALPHABETA CORSO DANTE 109
BASSANO DEL GRAPPA – libreria palazzo roberti - via jacopo da ponte 34
BERGAMO Cartolibreria BOVIO via corridoni 79/c
BIELLA libreria Feltrinelli via italia 36
BOLOGNA -Igor Libreria via san petronio vecchio 3

- Librerie Coop Ambasciatori via orefici 19
- Edicola Ponte Lungo via emilia ponente 315 a
- libreria la feltrinelli via dei mille
- edicola FIORINI SIMONE via della ca bianca 3/a
- edicola Carrella POINT piazza di porta san vitale 1
BOMARCO Goral via fiume 8

BORGO SAN LORENZO– Libreria del corso – corso G. Matteotti 96
BOSA – Libreria TI CON ZERO viale giovanni XXIII 22
BRESCIA La Fenice via solferino 10/a

CAGLIARI - Cuec Libreria via IS Mirrionis 1
- Libreria Vertigo via san Incifero 85/a

CALTANISETTA Libreria SCIASCIA corso umberto I 111
CANICATTI’ libreria Maira largo aosta 36
CAPACCIO Cartolibreria VUTRICO via magna grecia 434
CAPO D’ORLANDO Edicola Più via consolare antica 799
CARPI Libreria Mondadori via Berangario 19

CASERTA libreria Ti con ZERO via quasimodo 1
CASTELLAMARE DI STABIA Edicola Lovallo piazza matteotti 2
CASTEL SAN PIETRO TERME Matrade via Liano 3720

CASTENASO Librerie.coop Nova, Centro Com. Centronova Via Villanova 29 interno 10
CATANIA D&D Libri via fontana rossa snc
CAVEDINA Edicola Lamparda piazza Italia 15
CESENA libreria CAPPELLI viale carducci 27

CISTERNINO Edicolè Biblios via monte la croce 37
COLLEGNO (TO) Edicola Tartaglia Primiano Corso Francia 70/c
COMO Edicola Cesana via Anzani ang via Magenta

CRESPIATICA Edicola Belloni via roma 19
CUNEO Libreria L’ippogrifo piazza europa 3
DOVERA cartolibreria LA MATITA via XIV maggio 33
EMPOLI Libreria Rinascita via RIdolfi 53

FINALE EMILIA libreria PAULIN via Nazzario sauro 3/a
FINALE LIGURE CARTOLIBRERIA DI ARECCO Via Molinetti 23 Loc. Final Pia
FIRENZE -libreria Salimbeni via matteo palmieri 14 16 rosso
- libreria Martelli via martelli 222

- libreria LA CITE borgo san frediano 20/r
- libreria Feltrinelli via de cerretani 30/32 r

GENOVA - Libreria Books In The Casba via di Prè 137-a
- Librerie.coop Genova Nervi, Centro Commerciale Corso Europa Locale n° 8, Corso Europa 1081/D,
IMOLA Libreria di Palazzo Monsignani via Emilia 71/73

ISILI Librerie Gulliver via satta 1
IVRA Libreria SAS Corso Cavour 11
LAMEZIA TERME Libreria Tavella via Crati 15/17
LANCIANO Gulliver librerie via cacciaguerra 3

LANGHIRANO - Libreria Liberamente via g. Mazzini 14
LANUVIO CAMPOLEONE – Edicola Santilli – Via cisternese snc
LATINA - libreria Manzoni corso della repubblica 261
- edicola vasta piazza del popolo
- Feltrinelli via Diaz 10
LENI Edicola piazza pittorino 1
LENTINI Amore srl, via garibaldi 15/17
Raiti Francesco Piazza del popolo 5
LIPARI libreria BELLETTI via vittorio emanuele 172
LIDO DI OSTIA CENTRO Edicola Cassano piazza della stazione interno stazione
LIVORNO libreria Teatro Lazzari via Bontalenti 28
LOANO libreria DF24 via Garibaldi 54
LODI Libreria SOMMARUGA corso vittorio emanuele 66
MACERATA - Libreria Bottega del libro corso repubblica 9
- libreria la feltrinelli corso della repubblica 4/6

MARANO DI NAPOLI Libreria Gagliardi Corso Italia 38/a
MARINO - Libreria IL LIBRO PARLANTE corso Trieste 49/a
MILANO Libreria del corso corso san gottardo 35
Legatoria Borghi via dei fabbri 34

libreria Internazionale HOEPLI via Hoepli 15
libreria FELTRINELLI via manzoni 12
libreria Feltrinelli Duomo
libreria Gay e Lesbica via mortara
libreria Mondadori Corso san Gottardo

MONOPOLI Libreria Chiarito via Ricciotti 12/b
MONTEBELLUNA Libreria Zanetti Piazza Oberkochen 27

MONTEPULCIANO libreria CENTOFIORI via calamandrii 13 15
MONZA Libri e Libri via italia 22
MORBEGNO - Libreria Piccolo principe – via vanoni 59
MURAVERA Tabaccheria via Roma 1

NAPOLI Libreria GUIDA Via Port’Alba, 20/23
LIBRERIA GUIDA MERLIANI - iVia Giovanni Merliani 128
libreria FELTRINELLI piazza Garibaldi Interno stazione
NOCERA INFERIORE libreria Mondadori via G. Matteotti 32
Libreria Punto Einaudi via G. Matteotti 35/34

NOVARA Libreria Lazzarelli Via Rosselli 45 - Portici Teatro Coccia
PADOVA - Libreria Lupo Rosso via Temanza 11
libreria progetto via gradengo 2
Libreria San Francesco Edicolè via san francesco 19

PALERMO WorkBook via Etna 13/a
PARMA libreria Universitas vicolo Grossardi 3/13
PESARO Librerie.coop Pesaro Corso XI Settembre 45/47 - fax 0721 -638131
PIACENZA libreria FAHRENEIT via legnano 16
PISA libreria Feltrinelli – corso italia 50
PISTOIA Fahreneit 451 via antonelli 35

POGGIBONSI – Libreria via trento 15
PONTE elena’s Store via ripagallo
PONTE SANGIOVANNI Calzetti e Mariucci srl via della Valtiera 229
Libreria Grande zona industriale
PRATO edicola via V. da Filicaia 58

QUARTO Librerie.coop di Quarto, Centro commerciale Quarto Via Masullo 76 - locale 75
QUARTO INFERIORE L.S, via badini 17

ROMA Libreria Rinascita Agosta viale agosta 36
Libreria Bibli via dei Fienaroli 28
Libreria Troisi via dei Reti 11
Libreria DIAS viale Ippocrate 103/105
Libreria Caffè Rinascita via Gasperina 161
Libreria Nero su Bianco piazza s. Cosimato
libreria via pietro Boccanelli 27
FELTRINELLI Largo Argentina
LA feltrinelli libri e musica via appia nuova 427

libreria PAGINE DI CARTA via Gregorio VII 316
Libreria Ancora via della conciliazione 63
libreria CROCE corso vittorio emanuele II 156
libreria Mondadori- Voltapagina via Piave 18
ROVIGO libreria Mondadori centro commerciale la Fattoria ss. Adriatica 16
libreria Spazio Libri corso del popolo 219
SACILE gioco anch’io via Mameli 53
SALERNO libreria FELTRINELLI corso vittorio emanuele I 230
Immagine’s book corso garibaldi 142
SALUTIO La Serrabese via nazionale 230

SAN DANIELE DEL FRIULI libreria MEISTER piazza vittorio emanuele II 1
SAN DONA DI PIAVE libreria Manzoni corso S. Trentin 106

SAN GIOVANNI TEATINO (CH) Librerie.coop , Centro Comm. “Centro D’Abruzzo” Via Po n. 1 , Loc. Sambuceto,
SAN GIOVANNI VALDARNO via della libertà 12/c
SANTA MARINA SALINA – tabacchi Edicola di Loschiavo Massimo – via lungo mare 1
– amanei libri , via risorgimento 69
SANSEPOLCRO libreria Del FRATTEMPO Galleria IRIS viale diaz

SAN SISTINO DI LIVENZA – CARTOLIBRERIA BENEDET via roma 22
SAN ZENO NAVIGLI – centrolibri srl via galvani 6c/d

SASSARI Libreria Daedalus Piazza Università 1
libreria AZUNI viale mancini 1
SASSUOLO Libreria Incontri snc piazza libertà 29

SAVONA Libreria G.B. Moneta di Schiavi Mario via p.boselli 8
SENIGALLIA Libreria Sapere srl corso 2 giugno 54

SERMIDE L’idea via indipendenza 78

SERMONETA libreria PUNTO EINAUDI c. cmm Sermoneta Shopping Center
SONDRIO libreria IL FARO via a. de simoni 63
SPOLETO libreria MONDADORI corso Garibaldi 58
TIRANO – libreria il 95 – piazza cavour 13
TORINO libreria Cortina corso Marconi 34a
LIBRERIA GHIO C.so Vittorio Emanuele II 86

Libreria Comunardi via Bogino 2
Wordbooks via donizetti 18
Libreria Centrale via Donizetti 18

libreria Feltrinelli piazza castello
libreria Feltrinelli via roma 253
il Melograno corso racconigi 15/6
TREMESTIERI ETNE Il piacere di Leggere via L. Da Vinci 47

TREVISO CANOVA SOCIETA’ Libraria – via casal maggiore 31
MARTON CARTOLIBRERIA corso del popolo 40
TRIESTE - Libreria Minerva via san nicolò 20
URBINO Libreria battelli via giro dei debitori 20
UDINE - Libreria Moderna Udinese Via Cavour 13
VALDAGNO libreria de Franceschi via lungo agno manzoni 7
VALLO DELLA LUCANIA libredi Pagina 5 via G MURAT 5

VICOFORTE (CN) Libreria Confabula Piazza Carlo Emanuele I n 19
VITERBO libreria dei salici via CHIROLI 35



sabato 11 giugno 2011

Revigliasco: presentazione di Nix!

Carissimi,
ecco le foto della presentazione che ha avuto luogo ieri a Revigliasco, nella meravigliosa casa della mitica Marianna! Grazie a tutti di essere intervenuti e in modo particolare a Marianna per avermi ospitato! Magnifica serata!